Benvenuto in Chiaccherandia --- un forum per chiacchierare in liberta' ---

Convenscion Virtuale
"Tutti i giorni" convenscion virtuale di Chiaccherandia, ci ritroviamo in "Chattiamo?" dalle 22.00 in poi

mi raccomando non mancare!!!
 
Previous page | 1 2 | Next page

La solitudine

Last Update: 5/15/2009 12:11 AM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 665
Age: 57
Gender: Male
4/30/2009 12:37 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Esistono tanti modi d'essere soli.

Per scelta propria o per scelta altrui.

Si può essere fisicamente soli o soli seppur circondati da tanta gente.

Provate a descrivere la vostra sensazione di solitudine semmai vi siete sentiti così. Lo farò anche io ma non oggi perchè sono indaffaratissimo ed un argomento come questo richiede molta ricerca dentro di se e molta attenzione nella descrizione di un tale stato per evitare il rischio della banalizzazione, ma ci tenevo a lanciare questo sassolino nello stagno.



La moderazione del forum non è un pranzo di gala,non è una festa letteraria,non è un disegno o un ricamo,non si può fare con tanta eleganza,con tanta serenità,con tanta grazia e cortesia.La moderazione del forum è un atto di violenza.

OFFLINE
Post: 713
Location: SASSUOLO
Age: 45
Gender: Male
4/30/2009 12:49 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
jack_daniels., 30/04/2009 12.37:

Esistono tanti modi d'essere soli.

Per scelta propria o per scelta altrui.

Si può essere fisicamente soli o soli seppur circondati da tanta gente.

Provate a descrivere la vostra sensazione di solitudine semmai vi siete sentiti così. Lo farò anche io ma non oggi perchè sono indaffaratissimo ed un argomento come questo richiede molta ricerca dentro di se e molta attenzione nella descrizione di un tale stato per evitare il rischio della banalizzazione, ma ci tenevo a lanciare questo sassolino nello stagno.




Anche io giornata lunga e impegnata.. quindi anche io risponderò con più calma a questo bellissimo argomento che mi piacerebbe trattato come hai descritto tu, senza cadere nelle banalità ma sentendo il proprio pensiero nascere da dentro.
Perchè una cosa è dire che siam soli, una cosa è la solitudine indotta da noi stessi..
Una bella introspezione, seria e onesta


Come un pirata ho girato nei mari della solitudine, alla ricerca della giusta isola; sono attraccato in una quasi per caso, ho scavato: proprio in quella ho trovato il mio Tesoro

OFFLINE
Post: 94
Age: 62
Gender: Male
4/30/2009 8:23 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Eppure a me sembra semplice. La solitudine è uno stato d'animo. Non dipende da chi si ha in giro e può durare un momento come può durare mesi se non anni... Può essere positiva o negativa a dipendenza se uno la cerca o se la trova imposta (da sé stesso o da altri...)
Come sempre secondo me, il trucco sta nel trovare un equilibrio con se stessi... E' questo il difficile. Se uno sta bene con se stesso, sta bene da solo o in compagnia. E se la compagnia diventa troppa uno cerca di starsene da solo, mentre se è la solitudine a diventare oppressiva, allora si cerca compagnia...
Ma, ripeto, secondo me uno prima di tutto deve stare bene con se stesso, tutto il resto ne è una conseguenza...


L'unica utilità della previsione economica è quella di far apparire l'astrologia una materia degna di rispetto.
John Kenneth Galbraith

OFFLINE
Post: 665
Age: 57
Gender: Male
4/30/2009 9:27 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
(Enrico VIII), 30/04/2009 20.23:

Eppure a me sembra semplice. La solitudine è uno stato d'animo. ...



Enrico, non capisco se questa è una interpretazione asettica che dai a questo stato d'animo o se è il modo in cui tu lo senti e lo affronti




La moderazione del forum non è un pranzo di gala,non è una festa letteraria,non è un disegno o un ricamo,non si può fare con tanta eleganza,con tanta serenità,con tanta grazia e cortesia.La moderazione del forum è un atto di violenza.

OFFLINE
Post: 244
Location: RIMINI
Age: 57
Gender: Female
4/30/2009 9:36 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
(Enrico VIII), 30/04/2009 20.23:

Se uno sta bene con se stesso, sta bene da solo o in compagnia.
Ma, ripeto, secondo me uno prima di tutto deve stare bene con se stesso, tutto il resto ne è una conseguenza...


Secondo me star bene con se stessi è condizione necessaria ma non sufficiente.

Sto bene con me stessa e ho fiducia nelle mie capacità eppure mi sono sempre sentita sola. Tu hai avuto una crescita equilibrata e graduale con una madre che ha tracciato la via verso la soluzione dei problemi. Io, senza aver vissuto una normale giovinezza, mi sono trovata sbattuta sul campo della vita ad affrontare situazioni troppo gravose. La mia era la solitudine sotto il peso dei doveri...che mi ha fatto sempre avvertire la mancanza di una sorella o un fratello con cui avrei potuto condividere preoccupazioni, pensieri, fatiche fisiche. Questa mancanza l'avverto tutt'ora e in un angolino del mio cuore farà sempre capolino anche se posso contare sull'aiuto del marito e di un figlio ormai grande. Per questo nella poesia ho scritto "ora è solitudine lieve, discreta compagna di viaggio".
Negli anni passati, come conseguenza della depressione, ho provato una solitudine di dialogo, ossia la mancanza di amici fidati con cui poter parlare, adesso ormai azzerata, sono lentamente riuscita a ricostruirmi una vita sociale.
Fortunatamente non ho mai sofferto di solitudine affettiva.

Insomma penso che se guardiamo bene nel profondo di noi stessi, una qualche tipologia di solitudine alberga. E' una condizione universale e normale, ci sarà sempre qualcosa che ci manca...il tutto sta a non farsene una cappa...






Il cielo stellato sopra di me... (Kant)


OFFLINE
Post: 665
Age: 57
Gender: Male
4/30/2009 10:20 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ci sono momenti della propria vita in cui non si pensa minimamente che quello che si sta provando sia solitudine. Ed il fatto di non riuscire a capirlo probabilmente diventa poi la ragione dell’acuirsi dei malesseri, delle inquietudini.

Ci sono momenti in cui ci si chiude in se stessi come in un involucro impenetrabile senza lasciar passare nulla che possa far capire come realmente si stia.

Probabilmente è la paura di ferire che fa tenere dentro tutto quello che si ha senza lasciargli libero sfogo.

Quelli sono i momenti in cui si vorrebbe poter venire fuori da quel guscio liberandosi delle proprie ombre.
Quelli sono i momenti in cui si pensa che nessuno possa davvero capirci ed aiutarci.
Poi qualcuno, una piccola breccia in quel muro invalicabile riesce ad aprirla e aiuta a capire che tutto quel malessere altro non è che bisogno trattenuto di comunicare. Quel qualcuno è qualcuno che davvero ti ama.


La moderazione del forum non è un pranzo di gala,non è una festa letteraria,non è un disegno o un ricamo,non si può fare con tanta eleganza,con tanta serenità,con tanta grazia e cortesia.La moderazione del forum è un atto di violenza.

OFFLINE
Post: 244
Location: RIMINI
Age: 57
Gender: Female
4/30/2009 10:56 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
jack_daniels., 30/04/2009 22.20:

Ci sono momenti della propria vita in cui non si pensa minimamente che quello che si sta provando sia solitudine.
Ci sono momenti in cui ci si chiude in se stessi come in un involucro impenetrabile senza lasciar passare nulla che possa far capire come realmente si stia.


Complimenti jack, hai accantonato la diplomazia tipica dei maschietti e hai messo a nudo le tue sensazioni. Questo ti fa onore.

So per esperienza che la solitudine di dialogo fa stare veramente male.
Si pensa che non ci sia nessuno in grado di comprenderci o non si vogliono tediare gli altri o c'è una sorta di pudore che impedisce di abbassarsi a mostrare le proprie fragilità. Così si costruisce una corazza inaccessibile. Quando si arriva a rendersi conto che è segno di forza mostrare le proprie debolezze e che abbiamo tutti bisogno degli altri, si fa il primo passo verso la ricerca di chi ci può aiutare, amico, familiare, parente o psicologo.
Fatto il primo passo, il resto va in discesa.
Per me l'amicizia è stata fondamentale nel superamento della solitudine di dialogo...


Il cielo stellato sopra di me... (Kant)


OFFLINE
Post: 759
Location: MANTOVA
Age: 43
Gender: Female
5/1/2009 1:03 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
jack_daniels., 30/04/2009 12.37:

Esistono tanti modi d'essere soli.





E' vero...esistono molti modi di esser soli e di sentirsi soli...talvolta e' la vita a porci in situazioni di solitudine,dove ci si sente e ci si ritrova soli a causa di malattia (o altro) chi abbiamo a fianco si allontana...forse per timore..forse perche' non sa' come affontare e convivere con cio' che si affronta...
C'e' chi insegue la solitudine per stare meglio con se' stesso e ritrovare un qualcosa perso dal troppo stress..dalla frenesia di tutti i giorni... da un brutto periodo affrontato....un po' come la pausa dello scrittore....
Poi c'e' la solitudine personale...qualcuno puo' viverla in rari casi della vita....quanlcun'altro puo' averla sempre accanto....talvolta sembra che sparisca..ma se fa parte di te'....nulla puo' farla sparire..si nasconde.....la combatti.....la allontani...ma nel momento in cui le tue difese vengono meno..o non ne hai il potere....ti raggiunge e ti riprende...ti riconquista........
Puoi fare due cose.....o scagliartici contro..puntando ad allontanarla o lasciare che si faccia sentire...che ti entri dentro....facendoti sembrare tutto cio' che hai e tutti quelli che ti circondano... di poco conto..perche' cio' che tu hai sempre desiderato...era quello e molto altro e senti il vuoto.....e i sensi di colpa...nel sentirti egoista...egoista verso la vita stessa...
La solitudine...puo' essere come un altro noi stessi...sta' a noi far si che sia un sentimento positivo e non si trasformi in negativo......perche' senrtirsi soli anche in una piazza piena di gente e' la cosa piu' triste che si possa vivere...




"sii sempre il meglio di cio' che sei"

OFFLINE
Post: 118
Gender: Female
5/1/2009 12:28 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
jack_daniels., 30/04/2009 12.37:

Esistono tanti modi d'essere soli.

Per scelta propria o per scelta altrui.

Si può essere fisicamente soli o soli seppur circondati da tanta gente.

Provate a descrivere la vostra sensazione di solitudine semmai vi siete sentiti così. Lo farò anche io ma non oggi perchè sono indaffaratissimo ed un argomento come questo richiede molta ricerca dentro di se e molta attenzione nella descrizione di un tale stato per evitare il rischio della banalizzazione, ma ci tenevo a lanciare questo sassolino nello stagno.




Penso che che la solitudine e l'essere soli non siano proprio la stessa cosa, alla solitudine do una connotazione negativa, allo stare da soli non necessariamente... per me la differenza sta nella "scelta".
Per me la sensazione di solitidine sta nella mancanza di scelta: ci si sente soli quando non si ha altra scelta che essere soli, non ci si sente soli invece quando si sceglie di essere soli pur avendo la possibilità di non esserlo.



OFFLINE
Post: 94
Age: 62
Gender: Male
5/1/2009 11:56 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re:
Maia., 30/04/2009 21.36:


Secondo me star bene con se stessi è condizione necessaria ma non sufficiente.


Insomma penso che se guardiamo bene nel profondo di noi stessi, una qualche tipologia di solitudine alberga. E' una condizione universale e normale, ci sarà sempre qualcosa che ci manca...il tutto sta a non farsene una cappa...




Secondo me invece occorre davvero star bene con se stessi. Se davvero si è sereni con le proprie esperienze e si puô guardare in faccia senza remore al proprio passato, anche per il futuro si è pronti ad affrontare qualsiasi cosa.
Che vi sia nel nostro profondo una "tipologia di solitudine" può senz'altro essere vero e probabilmente lo è, ma la solitudine non deve mica sempre essere una sensazione negativa. Io, ogni tanto, ho assolutamente bisogno di essere solo, fosse anche solo per poter riflettere con calama...
Che po qualcosa ci manchi sempre, è la realtà. Ma per fortuna siamo così. per fortuna cherchiamo sempre cose nuove e migliramenti. Se non fossimo così accenderemmo ancora il fuoco con le pietre focaie...
Ma anche questo "qualcosa che ci manca" non dev'essere, se l'esigenza è posta nella giusta misura, necessariamente una sensazione negativa, anzi!




L'unica utilità della previsione economica è quella di far apparire l'astrologia una materia degna di rispetto.
John Kenneth Galbraith

OFFLINE
Post: 94
Age: 62
Gender: Male
5/1/2009 11:58 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re:
jack_daniels., 30/04/2009 21.27:



Enrico, non capisco se questa è una interpretazione asettica che dai a questo stato d'animo o se è il modo in cui tu lo senti e lo affronti






Probabilmente entrambe le ipotesi sono corrette...


L'unica utilità della previsione economica è quella di far apparire l'astrologia una materia degna di rispetto.
John Kenneth Galbraith

OFFLINE
Post: 565
Location: MILANO
Age: 37
Gender: Female
5/2/2009 10:20 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

... comincio con il lasciare una nota per Olympia... ho letto il tuo post ed ho pianto....

la solitudine... io, come ha già detto qualcuno, distiguo in maniera diversa il stare soli e il sentirsi soli...
nella vita tutti noi tendiamo a ritagliarci dei momenti in cui stare soli, per riflettere o semplicemente per stare soli con noi stessi...
ma la solitudine... quella è una brutta bestia... ti prende contro la tua volontà, anche se a volte noi l'aiutiamo, non combattiamo per tenerla lontana, forse perchè incosciamente non vogliamo reagire... non lo so...
è brutto, direi indescrivibile, sentirsi soli in un posto pieno di gente, ma lo è ancor di più sentire questo vuoto e questa solitudine dentro se stessi, ti senti come svuotato, il respiro si fa sempre più lento, la mente non pensa a nulla... sei li, non capisci nulla, non sai cosa fare, ti senti estraneo a te stesso, nonostante i tuoi sforzi, nessuno ti capisce, o almeno la sensazione è questa... ti senti piccolo piccolo, difronte ad un mondo infinito... non senti niente, solo la sua oscura e fredda presenza... si la sua... lei... la solitudine... compagna fedele di viaggio... non ti abbandona mai... quando pensi di averle detto addio, ti accorgi che l'hai solo messa da parte per un pò... ma lei è sempre li in agguato, aspetta solo un piccolo tuo cedimento per impossessarsi nuovamente di te... ti guardi intorno, c'è tanta gente... e non riesci a capire perchè ti senti terribilmente solo... solo scivoli dentro quel vortice senza fine...


Siamo così... dolcemente complicate...


OFFLINE
Post: 713
Location: SASSUOLO
Age: 45
Gender: Male
5/5/2009 11:27 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote


La solitudine..
Sembra così scontata come risposta.. cos'è la solitudine.. E invece è molto più complessa di ciò che può apparire.
Io posso parlare solo per me, per ciò che provo io.. e cercherò di spiegarvelo..
Ci sono momenti che mi sento solo, nel vero senso della parola. Solo senza nessuno accanto, un amico col quale uscire.. il mio migliore Amico è in Sardegna ed è stato qui pochi giorni fa. E' partito domenica e mi manca già.. qui non è così semplice, forse anche perchè uso lui come metro di paragone e allora mi accorgo che persone così non ne esistono e mi sento solo.
Poi mi sento solo perchè mi manca una compagna di viaggio, dal risveglio all'alba alla passeggiata in spiaggia tra le onde, all'abbraccio sotto il tetto di stelle.
Forse questa solitudine induce alla solitudine dell'anima, il famoso "vuoto dentro". Sensazione bruttissima, perchè sei un'eterna domanda senza risposta e ti chiedi perchè, ma ti accorgi che quella sarà l'ennesima domanda senza risposta.
In quei momenti di scoramento non ho più voglia di nulla, navigo nel nulla e sento solo morte dentro me.
Forse è quella la solitudine peggiore perchè mi sento solo anche con me stesso, non ho la forza di reagire e questo è davvero orrendo perchè sai che è solo da te che deve nascere la voglia di combattere, ma questa forza non la trovi..
Fortunatamente tutto passa ma poi torna, ciclicamente.. come le stagioni.. come un lungo e doloroso inverno


Come un pirata ho girato nei mari della solitudine, alla ricerca della giusta isola; sono attraccato in una quasi per caso, ho scavato: proprio in quella ho trovato il mio Tesoro

OFFLINE
Post: 665
Age: 57
Gender: Male
5/5/2009 11:41 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
maxilus, 05/05/2009 23.27:


La solitudine..
Sembra così scontata come risposta.. cos'è la solitudine.. E invece è molto più complessa di ciò che può apparire.
Io posso parlare solo per me, per ciò che provo io.. e cercherò di spiegarvelo..



Questo è quello che intendevo quando ho posto il quesito. Leggere le vostre sensazioni le vostre emozioni. Grazie Maxi e grazie a chi di voi si è letto dentro.


[Edited by jack_daniels. 5/5/2009 11:41 PM]


La moderazione del forum non è un pranzo di gala,non è una festa letteraria,non è un disegno o un ricamo,non si può fare con tanta eleganza,con tanta serenità,con tanta grazia e cortesia.La moderazione del forum è un atto di violenza.

OFFLINE
Post: 118
Gender: Female
5/6/2009 12:05 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re:
jack_daniels., 05/05/2009 23.41:



Questo è quello che intendevo quando ho posto il quesito. Leggere le vostre sensazioni le vostre emozioni. Grazie Maxi e grazie a chi di voi si è letto dentro.





Allora ecco anche la mia...la mia solitudine quando arriva è così....


La mia solitudine si fa sentire quando vorrei qualcuno con cui uscire ...e non c'è nessuno.
Si fa sentire nei momenti di festa, quando tutti hanno qualcosa da fare, qualcuno cui pensare, qualcuno con cui condividere bei momenti...tutti tranne me.
Si fa sentire quando mi manca una carezza, un abbraccio, una parola rassicurante. Si fa sentire quando devo fare progetti, e li faccio sempre da sola...o li rimando in eterno per non farli da sola.
Si fa sentire quando penso a qualcuno che mi manca.
Si fa sentire quando penso al mio futuro, quando guardo al cammino solitario che ho percorso e che continuerò a percorrere.
La mia solitudine poi si trasforma in paura quando penso al giorno in cui questa che adesso io chiamo "solitudine" mi sembrerà una condizione serena, perchè arriverà il giorno in cui non avrò più famiglia, e allora sì, quel giorno sarò davvero completamente sola. Un giorno non ci sarà più nessuno che mi vorrà bene, un giorno proverò il terribile dolore della perdita di chi amo e vicino a me non ci sarà nessuno per sostenermi e darmi conforto.
La mia solitudine ha quindi molte sfumature, perchè va dalla semplice insofferenza... alla malinconia... fino alla paura più terribile e più buia.




OFFLINE
Post: 665
Age: 57
Gender: Male
5/6/2009 12:49 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re: Re:
"glorfindel", 06/05/2009 0.05:



Allora ecco anche la mia...la mia solitudine quando arriva è così....

[...]

Si fa sentire quando penso al mio futuro, quando guardo al cammino solitario che ho percorso e che continuerò a percorrere.




Grazie anche a te Glorfindel per la tua testimonianza. E' forte quello che scrivi ma è senz'altro la realtà di ciò che hai vissuto e ciò che vivi.
Leggo però anche una sorta di rassegnazione che ciò che sarà non potrà essere diverso da ciò che è. Perche?




La moderazione del forum non è un pranzo di gala,non è una festa letteraria,non è un disegno o un ricamo,non si può fare con tanta eleganza,con tanta serenità,con tanta grazia e cortesia.La moderazione del forum è un atto di violenza.

OFFLINE
Post: 118
Gender: Female
5/6/2009 1:51 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re: Re: Re:
jack_daniels., 06/05/2009 0.49:



Grazie anche a te Glorfindel per la tua testimonianza. E' forte quello che scrivi ma è senz'altro la realtà di ciò che hai vissuto e ciò che vivi.
Leggo però anche una sorta di rassegnazione che ciò che sarà non potrà essere diverso da ciò che è. Perche?




Perchè le premesse sono quello che sono...
Comunque io non mi lascio ad andare a questi pensieri di solito, preferisco vivere giorno per giorno.

OFFLINE
Post: 155
Location: MILANO
Age: 55
Gender: Female
5/6/2009 10:52 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Non mi sono mai sentita veramente sola nella mia vita, nemmeno quando è morto il mio papà, al quale ero molto legata e dal quale, purtroppo, la vita mi ha separato troppo presto, ma il suo ricordo e il pensiero di lui me lo hanno fatto sentire sempre vicino, come se non fosse mai andato via.
Mi sono sentita sola quando, in momenti particolari, ho avuto bisogno di un gesto, di una parola, e non è arrivata, mi sono sentita sola quando le mie certezze sono cadute e mi sono resa conto che chi mi circonda è proprio come me, con le stesse paure, gli stessi timori, le stesse debolezze.
Ma sono soltanto attimi, che arrivano e svaniscono, lasciano dietro di sè una sensazione di malinconia, ma mi fanno comprendere quanto sia importante la vicinanza e l'amore di chi ti ama e quanto un semplice gesto sia la migliore medicina per guarire dalla solitudine.


Si sceglie sempre, anche quando non si sceglie...

OFFLINE
Post: 565
Location: MILANO
Age: 37
Gender: Female
5/7/2009 10:04 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
vehui@h, 06/05/2009 22.52:

....quanto sia importante la vicinanza e l'amore di chi ti ama e quanto un semplice gesto sia la migliore medicina per guarire dalla solitudine.




... e quando chi ti è vicino e dovrebbe capirti e sostenerti in ogni modo non lo fa?... quando queste persone che ti sono vicine ti dovrebbero dare la forza ed invece ti uccide dentro con gesti e parole che non credevi mai di poter sentir dire da loro? ... beh in questo caso la solitudine è ancora più forte... sei in quella famosa stanza colma di gente... tu urli da perdere la voce, ma nessuno so volta, nessuno si accorge di te... fa ancora più male...


Siamo così... dolcemente complicate...


OFFLINE
Post: 155
Location: MILANO
Age: 55
Gender: Female
5/7/2009 11:29 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re:
Xena84, 07/05/2009 22.04:




... e quando chi ti è vicino e dovrebbe capirti e sostenerti in ogni modo non lo fa?... quando queste persone che ti sono vicine ti dovrebbero dare la forza ed invece ti uccide dentro con gesti e parole che non credevi mai di poter sentir dire da loro? ... beh in questo caso la solitudine è ancora più forte... sei in quella famosa stanza colma di gente... tu urli da perdere la voce, ma nessuno so volta, nessuno si accorge di te... fa ancora più male...




Se il conforto e la comprensione che ti aspetti dai tuoi familiari non arriva la cerchi in altre persone, la cerchi nelle amicizie, in chi è capace di ascoltarti e di comprenderti.
Certo è triste che le persone che ti sono vicine, dalle quali ti aspetti aiuto e supporto, e dalle quali non ti aspetteresti mai delle incomprensioni, non sanno sostenerti, ma ricorda che non è facile, ricorda che anche loro sono come chiunque, con difetti, pregi e modi di pensare, siano essi giusti o sbagliati.
Non è vero che nessuno si accorge di te, ci stai molto a cuore, ma la forza più grande è quella che è dentro di te, è a lei che devi fare appello nei momenti bui anche se a volte sembra difficile trovare quell'interruttore e accendere la luce della speranza.


Si sceglie sempre, anche quando non si sceglie...

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:26 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com

       
Icone Home page del forum vai alle discussioni recenti vai SU